I nostri prodotti sono disponibili sul portale del MePA per la P.A. Scopri di più!
Ricevi la nostra newsletter

Guida all’acquisto delle idropulitrici

Marco Sassi
Settembre 7, 2020
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Indice

Se ancora sei indeciso su quale sia il modello di idropulitrice perfetto per le tue esigenze, leggi questa guida per capire quali caratteristiche dovrebbe avere la tua nuova pulitrice ad acqua pressurizzata.

UTILIZZO DELLE IDROPULITRICI

Per scegliere la giusta idropulitrice dobbiamo prima di tutto capire quale lavoro dobbiamo svolgere.

Esistono infatti varie tipologie di idropulitrici progettate per diverse tipologie di lavoro, dalle idropulitrici domestiche come Comet 1700 Extra, utilizzate per lavori occasionali come per la pulizia della propria auto o di spazi esterni come piazzali e vialetti, fino alle idropulitrici professionali come IPC PW-H90, utlizzzate per lavori continuativi e gravosi.

Applicazione idropulitrice
Applicazione idropulitrice IPC PW-C45

TIPOLOGIE DELLE IDROPULITRICI

Le idropulitrici si dividono in idropulitrici ad acqua calda e idropulitrici ad acqua fredda.

Le idropulitrici ad acqua calda sono dotate di una caldaia per scaldare l’acqua in alta pressione in uscita. La scelta verte verso la tipologia di pulizia che si intende fare. Le idropulitrici ad acqua calda sono infatti indicate per lo sporco più grasso sia di origine animale che minerale, mentre quelle ad acqua fredda per lo sporco meno ostinato da rimuovere.

ALIMENTAZIONE DELLE IDROPULITRICI

Un fattore estremamente importante da prendere in considerazione è l’alimentazione della macchina.

Le idropulitrici infatti sono disponibili sia con alimentazione elettrica (220V per i modelli domestici, 380V per i modelli professionali) che con motore a scoppio (diesel o benzina) ideale nei cantieri edili e navali.

Applicazione idropulitrice professionale

PRESSIONE DELLE IDROPULITRICI

Uno degli attributi più importanti da prendere in considerazione per scegliere la giusta idropulitrice è la pressione dell’acqua in uscita.

Maggiore è la pressione maggiore è la capacità di rimuovere lo sporco in profondità. Per un utilizzo domestico è consigliato scegliere un’idropulitrice con pressione di 100/150 bar mentre da 150 fino a 300 bar per un utilizzo professionale. Per utilizzi specifici è possibile acquistare un’idropulitrice con pressione fino a 1000 bar.

PORTATA D’ACQUA DELLE IDROPULITRICI

Un altro attributo da tenere in considerazione per la scelta della giusta idropulitrice è la portata d’acqua.

All’aumetare della portata d’acqua aumenta la velocità e la capacità di pulizia della macchina. Da 7 a 10 l/min per le idropulitrici domestiche mentre oltre 10 l/min per utilizzi professionali.

ACCESSORI DELLE IDROPULITRICI

Per le idropulitrici sono anche presenti diversi accessori per diversi lavori. Fondamentali e forniti come dotazioni standard di tutti i modelli sono il tubo ad alta pressione, l’impugnatura e la lancia con ugello per il lavaggio. E’ possibile corredare la propria idropulitrice con accessori optional come l’ugello rotante per facilitare la rimozione di sporco più incrostato come da facciate e scafi di imbarcazioni, sonde sturatubi per lo stasamento di tubazioni sia per uso domestico che professionale, idrosabbiatrici per effettuare sabbiatura mediante la combinazione di acqua e sabbia. E’ possibile installare anche un avvolgitubo sia sul macchinario che esternamente a seconda delle esigenze.

Marco Sassi
Settembre 7, 2020
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Idropulitrici

Macchine per la pulizia che, tramite l’alta pressione dell’acqua in uscita, rimuovono lo sporco dalle superfici.
Vai a Idropulitrici →

Compila il modulo contattare AfiCleaning

Grazie per aver compilato il modulo, clicca sul pulsante per scaricare la brochure

Compila il modulo per scaricare la brochure di Guida all’acquisto delle idropulitrici