Ricevi la nostra newsletter

Raccordo girevole – La guida completa

In questo articolo parliamo dei raccordo girevole e di come ti possono aiutare per gestire i tubi con facilità. La gestione delle tubazioni può essere molto difficile. Fortunatamente esistono diversi strumenti per ordinare i tubi durante i lavori con l’idropulitrice o col compressore, dagli avvolgitubo fino ai raccordi girevoli.
Oliviero Taleghani
Dicembre 16, 2020
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Indice

In questo articolo parliamo dei raccordo girevole e di come ti possono aiutare per gestire i tubi con facilità. La gestione delle tubazioni può essere molto difficile. Fortunatamente esistono diversi strumenti per ordinare i tubi durante i lavori con l’idropulitrice o col compressore, dagli avvolgitubo fino ai raccordi girevoli. Oggi parleremo proprio di quest’ultimi: i raccordi girevoli, detti anche giunti rotanti, sono fondamentali per evitare di inciampare tra i tubi.

Che cos’è un raccordo girevole?

Diverse tipologie di raccordo girevole
Diverse tipologie di raccordo girevole

Il raccordo girevole, come qualsiasi altro raccordo, serve a collegare diversi componenti tra loro, come il tubo dell’uscita dell’idropulitrice e la lancia. Presenta però un giro a vuoto che permette di evitare di intrecciare il tubo durante l’utilizzo.

Il giunto rotante viene spesso affiancato con un attacco rapido, permettendo così all’operatore di attaccare e staccare i componenti senza troppe difficoltà. Esistono diverse tipologie di attacchi rapidi come lo swivel e M22.

Esistono raccordi girevoli per l’acqua e per l’aria e vengono impiegati per diversi macchinari, come le idropulitrici, gli avvolgitubo e i compressori.

A cosa serve un raccordo girevole?

I raccordi girevoli servono principalmente ad evitare di avere problemi con i tubi durante le lavorazioni. Possono essere montati sia in entrata che in uscita e garantiscono che il tubo non si intrecci. Alcuni esempi di utilizzo possono essere:

  • Montare un raccordo girevole sulla lancia per tenere il tubo ordinato;
  • Installare un giunto rotante insieme ad un attacco rapido sulla lancia per le postazioni dove è necessario cambiare la lancia;
  • Montare un raccordo rotante su un’asta in acciaio inox per rendere le postazioni fisse, come gli autolavaggi, più comode, permettendo di muovere il tubo in totale libertà lasciandolo sospeso in aria.

Tipologie di giunto rotante

Esistono varie tipologie di giunti rotanti a seconda dell’impiego per il quale vengono utilizzati. La tipologia determina il materiale di costruzione di questo accessorio e la relativa resistenza. Di ogni tipologia sono presenti diverse grandezze solitamente misurate in pollici.

Raccordo girevole idraulico

Questa tipologia viene solitamente utilizzata per trasportare acqua. Sono solidi, ma non raccomandati per le alte pressioni. Vengono comunemente chiamati raccordi girevoli per l’acqua. Vengono solitamente montati sull’entrata dell’acqua delle idropulitrici, in quanto la pressione non supera i 10 bar. Costruiti in genere in ottone o alluminio.

Giunto girevole per alta pressione

Questi giunti vengono utilizzati per gestire i tubi dell’alta pressione. Più solidi e duraturi dei giunti per l’acqua, riescono a reggere pressioni altissime, come quella generata dalle idropulitrici. Sono solitamente costruiti in acciaio inox.

Raccordo rotante per l’aria

L’ultima tipologia viene utilizzata per l’aria compressa generata da un compressore. Non presentano una resistenza eccessiva, essendo costruiti in alluminio. Ma quanto basta per l’aria compressa.

I vantaggi

Il vantaggio principale dell’utilizzo di un raccordo girevole è la comodità. Muovere un’idropulitrice o un compressore con un raccordo girevole è estremamente semplice. Sono solitamente montati all’interno degli avvolgitubo, in quanto ti permettono di avvolgere il tubo senza attorcigliarlo.

Gli svantaggi

Non ci sono veri e propri svantaggi nell’utilizzo di un raccordo girevole. Sono veramente comodi per evitare intralci sul lavoro. L’unica cosa da precisare è che potrebbe essere scomodo da utilizzare senza un innesto rapido. Per montare e smontare un raccordo girevole avrai bisogno delle giuste chiavi inglesi per chiudere fermamente il giunto. Un lavoro molto semplice, certo, ma che diventa una rottura se si utilizzano diverse lance. Per questo motivo consigliamo di affiancare un giunto rotante con un innesto rapido, così da avere sia la comodità del raccordo rotante che la facilità di attacco-stacco.

Come funziona un giunto rotante?

Il raccordo girevole presenta al suo interno un sistema di guarnizioni che permettono al tubo di girare a vuoto. In questo modo il tubo può muoversi liberamente ed evitare l’attorcigliamento.

Com’è fatto un raccordo girevole

I raccordi girevoli sono solitamente fatti in ottone, ma esistono anche alcuni modelli in acciaio inox o alluminio. All’interno le sono presenti due guarnizioni che permettono al tubo di girare a vuoto.

Come si monta?

Montare il giunto rotante è molto semplice, in quanto è lo stesso lavoro di qualsiasi altro raccordo. Basta avvitare il giunto a mano e successivamente stringerlo con la chiave inglese della giusta dimensione. Consigliato sempre di guarnire il raccordo con Teflon o frenafiletti, così da evitare perdite.

Manutenzione

La manutenzione dei raccordi girevoli è estremamente semplice: se il raccordo perde, smontalo e cambia le guarnizioni. La maggior parte dei problemi dei giunti rotanti deriva dall’usura della guarnizione.

Oliviero Taleghani
Dicembre 16, 2020
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Idropulitrici

Macchine per la pulizia che, tramite l’alta pressione dell’acqua in uscita, rimuovono lo sporco dalle superfici.
Vai a Idropulitrici →

Consulenza per Raccordo girevole – La guida completa

Compila il form sottostante per ricevere in poco tempo un preventivo per Raccordo girevole – La guida completa.

Compila il modulo contattare AfiCleaning

Grazie per aver compilato il modulo, clicca sul pulsante per scaricare la brochure

Compila il modulo per scaricare la brochure di Raccordo girevole – La guida completa